Economind
[ Podcast a cura di autorevoli economisti e analisti su scenari e trend ]
podcast
La stagione dei risultati del 1° trimestre 2022 – Trend settoriali e prospettive
Giampaolo Trasi, Head of Equity and Credit Research Intesa Sanpaolo
09.06.2022
tempo di fruizione: 8 min

INSIGHTS - ECONOMIND

La stagione dei risultati del 1° trimestre 2022

La stagione dei risultati del 1° trimestre 2022

04:47

 

In una congiuntura economica influenzata da un fattore rilevante come la guerra in Ucraina, la stagione dei risultati del primo trimestre 2022 è stata equilibrata, con un progresso di sorprese positive rispetto ai tre mesi precedenti. I risultati al di sopra delle aspettative sono stati il 47% (contro il 43% del quarto trimestre 2021) e quelli in linea con le attese sono stati stabili al 48% (su un campione di 83 società).

Osservando i macro segmenti, il trimestre è stato positivo per i Finanziari a partire dalle banche guidate dai ricavi da trading e minore costo del rischio, al netto dell’esposizione con la Russia. Il Risparmio gestito ha registrato performance fees resilienti e utili da gestione tesoreria, per gli Assicurativi una buona redditività tecnica nel ramo Danni.

Tra i Non Finanziari buoni risultati per i Beni di lusso e di consumo, con un miglioramento della domanda. Positivo il settore Auto grazie agli aumenti di prezzo, volumi e all’effetto cambio. Sorprese favorevoli sono emerse nell’Immobiliare e nelle Costruzioni. Bene il Pharma. Il settore Oil & Gas ha beneficiato dei maggiori prezzi degli idrocarburi; le Utilities hanno compensato l’effetto negativo della revisione del WACC regolamentare con i maggiori prezzi dell’elettricità, le rinnovabili e i servizi legati all’efficienza energetica. I Media sono stati aiutati dalla crescita dei servizi digitali, mentre le Telecomunicazioni hanno scontato una domanda domestica sempre debole.

Per i prossimi trimestri il punto centrale è la sostenibilità degli attuali livelli di redditività: le politiche restrittive delle banche centrali, impegnate a contrastare l’inflazione; i prezzi elevati dell’energia e i rischi dal prolungamento del conflitto in Ucraina allungano ombre sulla crescita attesa degli utili.