21.10.2021

Confronto sulle infrastrutture sostenibili, bene comune per il Paese

Si è svolta il 21 ottobre a Roma la Conferenza “Infrastrutture sostenibili: un bene comune” - promossa dalla Divisione IMI Corporate & Investment Banking – un’importante occasione di riflessione sullo stato dell’arte delle infrastrutture in Italia, confrontandosi su gap e casi di eccellenza e analizzando le prospettive per il prossimo futuro per il rilancio del Paese nella direzione indicata dal PNRR.

Nell’ambito dei lavori, aperti da Gaetano MiccichèChairman della Divisione IMI CIB, il Chief Mauro Micillo, è intervenuto circa le azioni da porre in essere per migliorare l’attrattività dell’Italia per gli investimenti da parte di operatori industriali e finanziari internazionali.

Alla conferenza hanno partecipato figure istituzionali, quali Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e Mara Carfagna, Ministro per il Sud e la Coesione territoriale. Inoltre sono intervenuti top manager, di gruppi leader in settori strategici, quali Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale Poste Italiane, Luigi Ferraris, Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato Italiane, Renato Ravanelli, Amministratore Delegato F2i, Alessandro Rivera, Direttore Generale del Tesoro e Pietro Salini, Amministratore Delegato WeBuild, oltre a rappresentanti del Gruppo Intesa Sanpaolo, quali Laura Segni, Responsabile Direzione Legal Advisory Divisione IMI CIB e Paola Papanicolaou, Responsabile Transformation Center.

Si è parlato delle riforme, fattore cruciale sul quale poter basare una solida crescita, dell’innovazione nel lungo periodo per generare impatti positivi nel tempo e di come rendere l’Italia più efficiente, competitiva e attrattiva, attraverso il potenziamento delle infrastrutture attuali e la costruzione di quelle future. Sono state, inoltre, analizzate le sfide che la comunità economica e finanziaria dovrà affrontare, assieme alle istituzioni, per concorrere al rilancio del Paese nella cornice europea.

Digitalizzazione e transizione energetica, equità e inclusione sociale sono i princìpi che hanno caratterizzato gli interventi e il dibattito nel corso della giornata.

L’occasione ha permesso di evidenziare l’impegno del Gruppo Intesa Sanpaolo, della Divisione IMI Corporate & Investment Banking, delle istituzioni e del mondo delle imprese nell’agire in maniera coordinata per favorire una società sostenibile, etica e inclusiva, che sarà resa possibile da un patrimonio infrastrutturale solido e moderno.

Gaetano Miccichè ha dichiarato: “Promuovere una nuova cultura che abbia come focus la transizione verso un’economia sostenibile è un impegno che il Gruppo Intesa Sanpaolo porta avanti assieme al mondo imprenditoriale e alle Istituzioni per contribuire in maniera sinergica al rilancio dell’Italia”.

Mauro Micillo ha dichiarato: “Dopo un periodo difficile, l’Italia sta mostrando incoraggianti segnali di ripresa e il rinnovato interesse per investimenti nel nostro Paese da parte dei principali operatori industriali e finanziari internazionali testimonia le enormi potenzialità che il nostro ricchissimo tessuto imprenditoriale può esprimere”.

 

Leggi il comunicato stampa.

Per ulteriori informazioni può contattare la casella IMI-initiatives@intesasanpaolo.com