Highlights
[ Eventi e incontri di business, in pillole il pensiero dei nostri manager ]
video
Il booster della finanza allo sviluppo delle imprese del Food & Beverage
La nostra partecipazione al FOOD Summit 2022.
14.07.2022
tempo di fruizione: 6 min

Il Food & Beverage è il secondo settore manifatturiero italiano, il primo per tasso di crescita delle esportazioni dal 2008 ad oggi. Il suo ruolo nell’economia del Paese è fondamentale e ha la possibilità di diventare ancora più rilevante. Una delle caratteristiche del settore è quella di avere un’elevata concentrazione di imprese familiari che non sempre sono disponibili al confronto e all’apertura verso il mercato dei capitali e nei confronti dei fondi di private equity che, invece, vedono questo settore con grande interesse. Su questo fronte c’è stato un sensibile miglioramento negli ultimi anni anche se molto resta ancora da fare e tocca all’imprenditore capire quando il dialogo con i fondi di private equity può diventare un’opportunità per lo sviluppo.

Un’analisi del settore e delle prospettive di collaborazione tra imprese industriali e mercato dei capitali sono state illustrate da Bruno Pacini, Head of Industry Food & Beverage and Distribution Intesa Sanpaolo, in occasione del Food Summit 2022 di Parma.

La forza industriale del Food & Beverage contrasta con la debole presenza in Borsa: solo il 3% della capitalizzazione complessiva è riconducibile ad aziende del settore. Queste aziende hanno grandi opportunità da cogliere a livello internazionale grazie all’esclusività dei loro prodotti, ma bisogna essere capaci di portare questi prodotti dove c’è la domanda e, spesso, l’impresa familiare ha bisogno di aiuto per affrontare un processo fatto sfide complesse e cambiamenti rapidissimi.

Oggi esiste un’offerta molto diversificata di fondi in termini di size d’investimento, di soluzioni di governance, di durata del periodo d’investimento e di percorsi di crescita accelerata.

La scelta di un partner finanziario affidabile consente di migliorare la struttura finanziaria e patrimoniale, di rafforzare la squadra manageriale e di avere una dimensione che permette di essere protagonisti sul mercato, interagendo nel network di riferimento, al fianco di università, centri di ricerca e istituzioni. L’apertura ai fondi di private equity, infine, è spesso determinante per accompagnare senza scosse il passaggio generazionale delle aziende familiari.

Visita il sito di Food Summit per maggiori dettagli relativi al convegno e all’agenda dei lavori che ha visto la partecipazione di numerosi speaker di rilevo tra cui: Gianpiero Calzolari, Presidente di Granarolo, Maurizio Gardini, Presidente di Conserve Italia, Antonio Ferraioli, CEO di La Doria e Oscar Farinetti, Presidente di Eataly.

Della stessa rubrica
Vedi tutti